Cento giorni di libertà

Oggi, 9 dicembre, ricorre un anniversario che, per molti versi, rattrista e rallegra allo stesso tempo.
No, non è la nascita del Võ Đường Thiên Mụ, ma ci andiamo vicini: sono cento giorni esatti dal nostro distacco dalla vecchia associazione, nello specifico da quando il suo presidente ha deciso di prendere in mano il corso adulti di Garbagnate Milanese, tentando di “defenestrare” di fatto il nostro Maestro per motivi che oggi ritengo giusto riportare.
In verità, e a titolo di correttezza storica, va detto che non è stato certo lui a cacciare il Maestro Foglia, bensì il contrario.

Prima, però, mi piacerebbe soffermarmi sui risultati di questi primi cento giorni.
Da quel primo allenamento al parco, senza un tetto sopra la testa ma godendo ancora della bella stagione, in un’ora abbondante abbiamo assaporato un’atmosfera positiva, se non addirittura gioiosa.
Sono accadute tante cose da allora, a partire dal primo tetto, la palestra New Gym di Garbagnate Milanese, dove nuovi allievi si sono iscritti e sono rimasti con noi quando ci siamo trasferiti alla Starlight Dance di lì a un mese. Altre persone si sono unite e vecchi amici sono finalmente tornati, dando vita a un gruppo promettente e soprattutto con una media giovanile più alta di prima.
L’entusiasmo ha portato a un corso di armi il mercoledì, poi esteso anche al lunedì, a lezioni di difesa personale tenute dall’istruttore Fabio Foglia, fratello del nostro Maestro, a cui è seguito il nostro primo stage, gratuito, del 30 ottobre in cui abbiamo avuto ospite il Maestro Marco Costa dell’associazione Il Tocco di Melitea (che ha insegnato un particolare stile tibetano di scimmia).
Una gita fuori porta, con la cintura nera Nicola Troccoli, per partecipare allo stage a Settimo Torinese con l’intenzione anche di stringere nuovi legami con altri maestri e istruttori e, dulcis in fundo, una lezione speciale di kung fu cinese con il Maestro Maurizio Zanetti stili Qixing Tanglangquan e Tai Chi Li Pai.
Se tutto ciò non vi pare ancora abbastanza c’è un altro stage in arrivo in dicembre, nonché i nuovi progetti per il 2017 già a partire da gennaio (che verranno svelati molto presto).

Cento giorni, il tempo che di solito passa tra la fine delle ferie e l’arrivo del Natale. Tre mesi per creare un’associazione sportiva, metterla in pista, avere un luogo stabile dove allenarsi, organizzare incontri e conoscere nuove realtà. Se ancora non riuscite a cogliere la portata del miracolo, davvero non sapremmo che altro fare.

Ma tutto ciò, come dicevo, parte da un fatto che ha una connotazione amara, ovvero il giorno, quell’ormai lontano 31 agosto, in cui la precedente organizzazione ha deciso in modo irremovibile di escludere il Maestro Matteo Foglia dall’insegnamento, accusandolo di non essere competente.
Da parte di allievo, mi sento in grado di testimoniare quanto l’accusa fosse del tutto infondata, e ad avvalorare le mie parole c’è un clamoroso un paradosso: il corso adulti di Garbagnate Milanese tenuto dal Maestro Matteo Foglia funzionava da 10 anni e aveva una presenza di iscritti media sulle 15 persone, mentre quello tenuto dalla stessa organizzazione nell’altra sede di Cesate era in continuo calo, ormai quasi ridotto al solo istruttore.

La vera differenza fu evidente il 7 settembre 2016, giorno di apertura della nuova stagione sportiva: l’intero il corso adulti di Garbagnate Milanese era al parco ad allenarsi con il M° Foglia.

Possiamo discorrere a lungo di competenze, di abilità o carisma, ma la sostanza è che il Maestro Matteo Foglia insegna per passione personale, forse anche per sola realizzazione personale. Di sicuro dedica gran parte delle proprie energie ai suoi allievi, creando un rapporto personale con loro e mostrando quali comportamenti ritiene corretti, in linea con un’etica marziale basata sul rispetto e la collaborazione.
Nella passata organizzazione si è dimostrato più volte un attaccamento quasi esclusivamente alle loro disponibilità economiche. Nessun giudizio uscirà da questo articolo, ognuno tragga da solo le proprie conclusioni.

E’ bene quindi specificare meglio la frase iniziale.
La decisione del vecchio Maestro di avocare a se il corso adulti andava in netto contrasto con lo spirito, i valori, i rapporti personali e gli stretti legami che si erano creati negli anni tra gli allievi e il loro Maestro Matteo.
Questo è stato evidente quando quest’ultimo, divulgata la notizia a noi allievi, ha ottenuto una risposta unica e semplice: “Siamo con te”.

Per molti aspetti gli siamo addirittura grati, la sua ambizione di controllare ogni aspetto dell’associazione, a discapito della qualità e del rispetto verso istruttori e addirittura allievi, ci ha consentito di trovare la forza per andarcene, liberarci da imposizioni senza senso, lezioni svogliate e incomplete, tecniche che venivano cambiate da un giorno all’altro senza motivo apparente e, in senso più generale, da una forte perdita di stimoli. Questo evento che all’inizio ci ha preoccupato, ha infine iniettato una nuova e vibrante motivazione.

Il 2016 sta per terminare, è stato un anno difficile ma importante. Il 2017 sarà per noi una rampa di lancio, dalla quale proveremo a decollare con una realtà tutta nostra, con progetti ben organizzati e tanta coesione e amicizia.

I tempi sono cambiati, ma soprattutto sono maturi per cambiare.

alba

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...