Resoconto Stage 30 ottobre 2016

Domenica 30 ottobre 2016 si è svolto uno stage tecnico della Scuola Thiên Mụ. Non ci sarebbe nulla di speciale, se non fosse che è stato anche il primo e quindi di grande importanza per la nostra neonata associazione.
Appuntamento alle 10.30 al solito posto (la Starlight di Garbagnate Milanese) per iniziare gli allenamenti, anche se in questa occasione una palestra un po’ diversa dal solito: il Maestro Matteo Foglia e le cinture nere, infatti, si erano incontrati prima dell’orario di inizio per preparare la sala.
Trattandosi di un’occasione un po’ speciale, sulla parete alle spalle del Maestro è stato posizionato lo stemma della palestra, contornato da due bandiere di provenienza vietnamita raffiguranti il drago e la fenice, ricamati in filo d’orato. L’atmosfera inoltre era completata dalla musica tradizionale vietnamita in sottofondo e da un profumo di incenso che contribuiva a far apprezzare la differenza, rispetto a un normale incontro di allenamento.
Alle cinture nere era riservata una sorpresa un po’ speciale: il Maestro Foglia aveva concordato con l’amico Maestro Marco Costa, gradito ospite della giornata, di mostrare loro qualcosa di decisamente nuovo e diverso dal solito, ovvero una forma di kung fu tibetano chiamata “Il vaso del monaco” stile della scimmia.
Il gruppo dei graduati e delle cinture bianche hanno invece lavorato rispettivamente la forma di võ cổ truyền chiamata Lão Hổ Thượng Sơn (La vecchia tigre risale la montagna) e gli altri, ripassando la sequenza imparata nel corso dei primi allenamenti, hanno iniziato la forma base võ cổ truyền chiamata Căn bản công pháp – 27 động tác (Forma di tecniche di base – 27 tecniche).
L’ultima mezzora della giornata è stata invece dedicata alle armi. Le cinture nere, più esperte, hanno lavorato le forme che già conoscevano, mentre ai graduati e alle cinture bianche è stato proposto il ripasso dei fondamentali per le armi base, il bastone lungo (côn) e i nunchaku.
Al termine dell’allenamento, dopo il saluto, la foto di gruppo e … una graditissima sorpresa. Tutti gli allievi presenti hanno consegnato al Maestro Matteo un sacchetto con all’interno un regalo che ha lo lasciato piacevolmente sorpreso. Una felpa nera con una stampa: “Matteo’s evolution” … questo è il caso è in cui poche parole possono racchiudere un pezzo di storia recente, uno stato d’animo, una soddisfazione, l’impegno per la nuova realtà e, forse l’elemento più importante, la consapevolezza che i suoi allievi hanno in quello che il loro Maestro è impegnato a fare.
Ore 13.00: momento del recupero delle calorie spese nella mattinata, ovvero pranzo al ristorante cinese.
Se lo stage è importante, come tutti gli allenamenti del resto, i momenti in cui si socializza, si sta assieme chiacchierando e ci si conosce meglio sono altrettanto fondamentali. Si ha la possibilità, tra un involtino primavera e un bicchiere di birra cinese, di poter gettare le basi per rapporti al di fuori della palestra, che magari sfoceranno in forti amicizie. Tutto questo fa si che il gruppo possa crescere e strutturarsi per diventare sempre più coeso e forte.
Al prossimo stage, per chissà quale nuova cosa da imparare…

VAI ALLA GALLERIA IMMAGINI

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Stage. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...